First Ikebana of 2019

Il 2019 è iniziato e anche la mia attività di ikebanista è ripresa. Come primo ikebana dell’anno cerco di realizzare sempre uno stile base.
Questo esercizio lo faccio per riscoprire una composizione che ho fatto all’inizio del mio percorso realizzata oggi con l’esperienza e consapevolezza dei miei anni di studio.

Quest’anno ho scelto di realizzare una Variation No.3 Upright Style Nageire.

49800240_10218092283849271_5175525468165636096_o
Magnolia e lilium – Ikebana e foto mie

Venerdì uscita da lavoro sono passata del mio grosista, ho scelto i fiori e per strada ho raccolto dei rami. La mattina dopo, quando mi sono messa in giardino a realizzare il mio ikebana (era una bellissima giornata di sole e si stava bene) mi sono resa conto che i rami che avevo pensato di usare non si  adattavano alla “forza” dei fiori, avrei dovuto usare dei rami con delle foglie più presenti.

Facendo un giro in giardino trovato perfetti dei rami di magniolia. Presi i rami, ho pulito le foglie per renderle lucide, ho scelto il vaso (questo vaso l’ho comprato all’inizio del mio percorso di studio su un sito giapponese) e ho iniziato ad osservare il materiale.

Posto nel vaso l’ancoraggio (Jumonji-dome) ho scelto attentamente tra tutti i rami quello che sarebbe diventato lo Shin, poi il Soe e per ultimo i fiori per l’Hikae. Ho unito altri fiori e foglie e ho fatto la foto.

La composizione non mi ha dato problemi nel senso che non avevo niente da “inventare” solo da eseguire nella maniera corretta. Ma anche questo tipo di composizioni nasconde delle insidie per un “maestro”. Se non scegli correttamente il materiale la composizione non avrà equilibrio, se non ancori bene i rami non resteranno in  posizione sciupando l’armonia. Per fortuna questo non è successo e ho avuto anche i complimenti dei Maestri sia per la scelta dei materiali che per la realizzazione.

Devo dire che mi piace e confrontato con quello che feci all’inizio del mio percorso (consevo tutte le foto) ci corre un abisso, ma tutti noi cominciamo da zero, l’mportante e non fermarsi mai e non stancarsi d’imparare cose nuove.

Grazie ai miei Maestri e alle mie compagne di viaggio, questo non accade.

A presto risentirci.

Annunci

Un saluto al 2018

Tra cinque giorni è Natale e poi dopo poco il 2018 finirà lasciando il testimone ad un nuovo anno che promette molto bene per l’Ikebana del Concentus Study Group. Ma dei progetti futuri ci sarà tempo per parlare.

Lo scorso fine settimana io ed Ilaria siamo andate a Roma per vivere una due giorni con le altre compagne e prendere lezione dai nostri Maestri che ogni volta inventano cose nuove per stimolare la nostra creatività.

safe_image
Concentus a pranzo 🙂

Lavorare a casa esercitandosi sforzandosi di proporre cose nuove è un buonissimo esercizio, ma di tanto in tanto, anche se adessio siamo Maestri, è bene confrontarsi con altre persone e vivere l’atmosfera del gruppo. Per questo si fanno i Workshop e crechiamo di andare il più possibile a Roma per seguire le lezioni del Concentus.

Il gruppo ogni anno cresce e progetta cose sempre più belle da fare e realizzare tutti insieme.

Per queste due giornate abbiamo sviluppato alcuni temi vecchi e nuovi ma con una consapevolezza ed esperienza diversa che ha dato, ovviamente,  risultati diversi. Per me questo è il processo di crescita in un’Arte!

Il primo “Glass Containers”

Glass container
Foto Luca Ramacciotti

Poi un lavoro sul movimento “Composition Expressing a moviment” ispirandosi da una bellissima foto di danza del Fotografo Lorenzo Montanelli.

Il terzo esercizio è stato quello di realizzare un ikebana che nell’aspetto non ha niente di particolare ma la difficoltà era nel creare un sistema di aggancio che lo rendesse particolaremente stabile, a prova di trasporto!

Arrangements for Celebrations
Foto Luca Ramacciotti

Il quarto lavoro è stato il più creativo, se non altro per il materiale usato e credo per la prima volta sicuramente in Italia ma forse anche altrove.

Il tema era “Free Style arrangement using student’s hand-made containers”

Lego
Foto Luca Ramacciotti

Per questo lavoro sono tornata “bambina” per due ore. Il Lego una passione che mi riporta all’infanzia. Ho amato questo lavoro e ringrazio Lucio Farinelli e Luca Ramacciotti per averci proposto questo tema.

E per ultimo uno “Tsubo vase” con un fissaggio nuovo.

Arrangements for Celebrations2
Foto Luca Ramacciotti

Con questo lavoro auguro a tutti un Buon Natale e un felice 2019 che per noi del Concentus sarà ricco di nuovi appuntamenti e nuovi lavori e “Sempre avanti sulla via dei fiori”

A presto risentirci.

Sogetsu Branch Nederland

Lo scorso fine settimana siamo partite per l’Olanda (io e Ilaria), dove avremmo dovuto ricongiungerci con Luca e Lucio a Breda, cittadina olandese vicino a Gilze, dove si svolgeva una mostra del Branch Olandese di Anne-Riet Vugts.

Arrivate a Gilze, un piccolo paesino della campagna olandese, volevamo raggiungere la sede della mostra ma non esistevano ne taxi ne autobus e ovviamente pioveva. Luca e Lucio non sarebbero venuti perchè il loro aereo aveva due ore di ritardo e quindi ho chiesto aiuto alle uniche persone che conoscevo: Ilse e Ben. Per fortuna Ilse ha risposto alla mia richiesta di aiuto ed è venuta a prenderci per portarci alla mostra.

Devo dire che ne è valsa la pena, la mostra ci ha catapultato in un mondo fatto d’ikebana diversi da quelli che conoscevamo, le composizioni erano un misto tra ikebana e sculture ma sicuramente opere d’arte.

Alcune installazioni si trovavano all’esterno del complesso espositivo ricavato da una vecchia fornace di mattoni ristrutturata.

Ma la mostra era all’interno, bellissima e interessantissima, piena di idee e spunti per futuri lavori.

A questo link trovate su FB le foto di Monique Keramiek della mostra sono molto belle e vi consiglio di andare a vederle ALBUM DELLA MOSTRA.

Durante il discorso di apertura della mostra, Anne-Riet ci ha presentato a tutti come rappresentanti Italiani della Sogetsu appartenenti al Concentus Study Group di Roma, un grande onore devo dire e tanto ogoglio per essere lì a rappresentare il nostro gruppo in Olanda.

45265683_2246809268722402_87723646163877888_n
Discorso di apertura della mostra del Branch Olandese

La cosa bella è stata che poi tante persone si sono avvicinate a noi per conoscerci dicendo che avevano visto le nostre foto e i nostri lavori su FB. 🙂
Mi è dispiaciuto molto che Luca e Lucio non fossero persenti, ma sono stata felice di aver rappresentato il nostro gruppo in questa trasferta olandese.

Alla chiusura della mostra siamo andati con Ilse e le sue amiche ad Anversa, il giorno dopo ci aspettava la “International teachers class”. Ma di questo vi racconto nel prossimo post.

A presto risentirci.

 

Un nuovo workshop targato Concentus

Ci siamo, tutto è pronto per il prossimo workshop internazionale organizzato dal Concentus Study Group.

Lucio Farinelli e Luca Ramacciotti hanno organizzato tutto alla perfezione (come sempre del resto) adesso aspettiamo venerdì per ritrovarci a Roma per la cena prima del workshop.

locandina WS Roma
Locandina dell’evento

Come si vede dalla locandina il workshop si compone di tre laboratori d’ikebana con temi molto particolari e la conferenza della Maestra Alicino che si svolgerà il Sabato mattina.

Una nuova occasione per rincontrare amici e per conoscerne di nuovi e come sempre sarà bellissimo perchè vivere due giorni full immersion nell’ikebana fa bene al cuore.

Io per il momento preparo la valigia e vi racconterò tutto al mio ritorno.

A presto risentirci.

badg
I badge sono pronti 🙂